Quanti si saranno domandati prima di acquistare un robot da cucina, quale acquistare se il Bimby della Vorwerk o il Cooking chef, bene questo articolo vi darà maggiori delucidazioni riguardo a questi  2 robot professionali, entrando nello specifico delle differenze tecniche in modo da facilitarne se possibile la scelta sull’acquisto.

 

La scelta di scrivere questo articolo, nasce dai forti dubbi ed incertezze che ho riscontrato e notato girovagando in rete per la scelta di acquistare un robot da cucina.
La scelta ricade su due importanti e principali robot, il Bimby tm31 della Vorwerk e il Cooking chef della Kenwood, ed onestamente avendo io stessa acquistato in passato il bimby e trovandomi tra l’altro benissimo, mi sono incuriosita non poco nell’andare a studiare le differenze, ed essere quindi utile per molti che si chiedono, meglio il Bimby o il Cooking chef?
Entrambi negli anni si sono evoluti ed hanno arricchito le loro funzioni, cominciando dal Bimby che nasce come un semplice apparecchio con funzioni di cottura e miscelazione, arrivando ad oggi ad essere un tuttofare, trita, frulla, mescola, impasta, sminuzza, pesa, cuoce, cucina a vapore. E non è da meno il Cooking chef che invece nasce prevalentemente come impastatrice per poi andare ad incrementare le sue funzioni ed ha anch’esso capacità di tritare, impastare, sminuzzare, centrifugare, cuocere ed anche a vapore.
Ma entriamo nel dettaglio delle differenze tecniche per analizzare i 2 robot più da vicino.

CAPIENZA BOCCALE: il boccale del Bimby ha una capienza massima di 2 litri mentre il Cooking chef ha una capienza massima di 6,7 litri. Quindi quì c’è una differenza palese, che ci porta a dedurre che il Bimby è più adatto ad una cucina di quantità ridotte rispetto al Kenwood che da la possibilità di cucinare per più persone.

COTTURA: il bimby ha una possibilità di cottura che arriva ai 100 gradi mentre il Kenwood ha una capacità di cottura massima di 140 gradi.

SISTEMA DI COTTURA A VAPORE: per la cottura a vapore il Bimby utilizza il varoma che ha una superficie più ampia rispetto al cestello della Kenwood, ma la modalità di preparazione è la stessa.

CONSUMO: Entrambi lavorano ad una potenza massima di 1500 w con la differenza che il Kenwood ha la caratteristica di cucinare ad induzione e quindi riesce a raggiungere più velocemente la temperatura desiderata consumando così di meno.

BILANCIA: il bimby da la possibilità di pesare gli alimenti ed è sicuramente un valido aiuto rispetto al Kenwood che non ha questa funzione.

TRITARE, MONTARE, OMOGENEIZZARE: entrambi i robot hanno integrate queste funzioni, con la differenza che il Kenwood da anche la possibilità di tagliare a julienne.

PLANETARIA: sia il Bimby che il Kenwood hanno questa importante funzione, certo il Kenwood nascendo come impastatrice può darci quella sicurezza in più ma questa è una cosa soggettiva, poiché il bimby da anch’esso un risultato degli impasti davvero eccellente, l’unica cosa certa è la quantità che è sicuramente maggiore per il Cooking chef.

PESO E DIMENSIONI: il Bimby come dimensione è più compatto ed ha un peso di 6,3 kg mentre il Kenwood è più grande ed ha un peso di 13,6 kg. Quindi in questo caso bisogna riflettere sullo spazio che si ha e che si vuole riservare ad un robot da cucina.

PREZZO: per entrambi, date le grandi prestazioni, è un prezzo importante. Il Bimby ha un prezzo poco più superiore ai 1000 euro completo di tutto mentre il Kenwood si aggira sui 1300 euro ma è possibile trovarlo anche ad un prezzo inferiore come su Amazon.it dove il prezzo è di 1099 euro.

Traendo le conclusioni da questa comparazione, ne deduco che sono entrambi 2 validi robot che possono dare un valido aiuto in cucina, danno entrambi la possibilità di avere incluso in unico robot tanti “elettrodomestici”. Pur Avendo io personalmente un esperienza diretta con il Bimby tm31, ormai da 7 anni senza aver avuto mai nessun problema, sono rimasta comunque affascinata dal Kenwood e non ne escluderei sicuramente l’acquisto. Credo che soffermandomi sulle differenze l’unica dato lampante è soltanto la capienza del boccale che è inferiore per il Bimby e quindi credo che l’acquisto di uno o l’altro dipenda molto da questo fattore, e quindi dall’utilizzo che se ne intende fare.